Logo
Notizie in Città
G7: predisposta la chiusura delle scuole e la sospensione del mercato comunale per il 19 e il 20 ottobreG7: predisposta la chiusura delle scuole e la sospensione del mercato comunale per il 19 e il 20 ottobre
Al fine di garantire il minor numero di disagi per i cittadini del Comune di Ischia interessato, nei giorni giovedì 19 e venerdì 20 ottobre, all’incontro internazionale del G7 dei Ministri dell’Interno, il sindaco di Ischia Enzo Ferrandino ha invitato i Dirigenti Scolastici a disporre la chiusura dei plessi. Le scuole interessate sono i Circoli Didattici di Ischia 1 e 2 e quindi i plessi “Guglielmo Marconi”, “Montemurri”, “Rodari”, “Villa Durante”, “Giovanni Paolo II” e “Buonocore”. Resteranno chiuse anche la Scuola Media Statale “G.Scotti” , il Liceo Statale Ischia, l’Istituto Professionale di Stato “V. Telese” e l’Istituto Comprensivo Ibsen. Ḕ stata predisposta, inoltre, la sospensione, per giovedì 19, dell’attività commerciale inerente l’area del mercato comunale sito in Via Morgioni. Com’è noto, inoltre, la Prefettura di Napoli ha disposto il divieto di afflusso e di circolazione di autoveicoli, motoveicoli e ciclomotori appartenenti o condotti da persone non residenti nel territorio dell'isola d'Ischia. Il divieto sarà vigente dal 18 al 20 ottobre e vale per tutti i comuni dell'isola; sono esclusi i veicoli delle forze dell'ordine, delle Capitanerie di Porto, dei Vigili del Fuoco, i veicoli che trasportano generi di prima necessità, autoambulanze, veicoli che trasportano farmaci e attrezzature destinate a ospedali, nonché un veicolo per ciascun nucleo familiare che dimostri di soggiornare in una casa privata, con regolare contratto di affitto, o in un albergo dei comuni dell'isola. Per quanto attesta la rimodulazione del traffico veicolare per le autovetture residenti è stata emessa un’ordinanza (n°152) consultabile sull’Albo Pretorio del sito www.comuneischia.it. Attestata l’importanza dell’evento, che offrirà una vetrina internazionale alla nostra isola, s’invita la cittadinanza tutta a collaborare.
“De Angelis, una famiglia di artisti”: la mostra nel salone delle Antiche Terme Comunali “De Angelis, una famiglia di artisti”: la mostra nel salone delle Antiche Terme Comunali
Durerà ancora per tutto il mese di ottobre la mostra inaugurata nel salone delle Antiche Terme Comunali dal titolo “De Angelis, una famiglia di artisti” a cura di Massimo Ielasi. Sono esposte, in quello che sarà presto il nuovo ingresso del Municipio, opere di Luigi, Francesco, Federico e Giovanni De Angelis, diverse generazioni di artisti, appartenenti ad un’unica famiglia, che più di altre ha legato il proprio nome alla vita culturale ischitana. La mostra s’inserisce in un progetto di recupero del salone delle Antiche Terme grazie all’iniziativa dell’Assessorato alla cultura che restituisce a ischitani e turisti uno spazio espositivo all’interno di un pregevole esempio del patrimonio storico artistico comunale. Alle opere esposte si aggiunge, infatti, una mostra documentaria permanente che racconta la storia delle Antiche Terme Comunali, la cui fortuna è stata determinante per lo sviluppo del turismo; documenti che partono dal 1820 – 21 passando in rassegna l’inaugurazione dello stabilimento termale avvenuta nel 1881 ad opera dell’architetto Florio con l’ allora sindaco Luigi Mazzella. Il salone è visitabile tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 14:00 e dalle 15:00 alle 20:00 e la domenica dalle 9:00 alle 14:00. Foto Lucia De Luise e Giovangiuseppe D’Ambra
Innamorati storicipixel spaziatore Baci da Ischia

pixel spaziatore

Souvenir ischitani.
Webcam e panorami virtuali dall'isola per te.

Percorsi d'autore Girovagando
"Ischia Sottomarina" di Franco Savastano
"Ischia Verde" di Giuseppe Sollino
"Ischia Fiabesca" di Ugo Vuoso
"Ischia Aragonese" di Giovanni Di Meglio
Ischia a piediIschia per mare

Ambito Sociale N13Locandina 160 anni

Vai al sito
Fatturazione Elettronica

Segnala questa pagina ad un amico

Page Ranking Tool
Il sito internet del Comune di Ischia è curato dall'Ufficio Istruzione e Cultura - Dr.Michele Mancusi - (Foto della testata risorse dal web)