Avviso per i nuclei familiari in condizioni di disagio economico

Pubblicato il 26 novembre 2021 • Servizi , Sociale

AVVISO PUBBLICO
PER L'INDIVIDUAZIONE DEI NUCLEI FAMILIARI
IN PARTICOLARE CONDIZIONE DI DISAGIO ECONOMICO
DERIVANTE DALL'EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA
E DALLE SUE CONSEGUENZE ECONOMICO SOCIALI

                                            IL RESPONSABILE DEI SERVIZI SOCIALI
VISTA l'Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile n. 658 del 29.3.2020 recante
"Ulteriori interventi urgenti di protezione civile in relazione all'emergenza relativa al rischio sanitario connesso
all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili", con la quale vengono previste risorse da
destinare a misure urgenti di solidarietà alimentare, ed in particolare l'articolo 2 che prevede:
- al comma 4: "Sulla base di quanto assegnato ai sensi del presente articolo, nonché delle donazioni di cui
all'articolo 66 del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18, ciascun comune è autorizzato all’acquisizione, in deroga al
decreto legislativo 18 aprile 2016, n.50: a) di buoni spesa utilizzabili per l'acquisto di generi alimentari presso gli
esercizi commerciali contenuti nell'elenco pubblicato da ciascun comune nel proprio sito istituzionale; b) di generi
alimentari o prodotti di prima necessità";
- al comma 6: "L'Ufficio dei servizi sociali di ciascun Comune individua la platea dei beneficiari ed il
relativo contributo tra i nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall'emergenza epidemiologica da
virus Covid-19 e tra quelli in stato di bisogno, per soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali con priorità per quelli
non già assegnatari di sostegno pubblico”;
VISTO il decreto legge n.154 del 23 novembre 2020 avente ad oggetto “Misure finanziarie urgenti connesse
all’emergenza epidemiologica da Covid 19” art.2 Misure di solidarietà alimentare con il quale al fine di consentire ai
Comuni l’adozione di misure urgenti di solidarietà alimentare, è istituito nello stato di previsione del Ministero
dell’Interno un fondo di 400 milioni di euro nel 2020 da erogare a ciascun comune sulla base degli allegati 1 e 2
dell’ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione civile n.658 del 29 marzo 2020;
VISTO Cche con Decreto Legge 23 Luglio 2021 n.105 convertito con modificazioni dalla L.16 settembre 2021,
n.126 (in G.U.18/09/21) lo stato di emergenza è stato prorogato fino a l 31.12.2021;
RITENUTO di dover dare attuazione alla Legge 23 luglio 2021, n. 106 recante la "Conversione in legge, con
modificazioni, del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, contenente misure urgenti connesse all'emergenza da COVID-
19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali” che, a norma dell’art. 53, ha assegnato al Comune
di Ischia l’importo di euro 246.200,64 dei quali euro 47.984,94 giusta delibera di C.C. 11/2021 sono stati destinati ad
agevolazioni per utenze domestiche; il Comune di Ischia ha stabilito di impiegare un importo di € 203.200,64 verranno
impiegati per l’acquisto di buoni spesa finalizzati a fronteggiare i bisogni alimentari dei nuclei familiari privi della
possibilità di approvvigionarsi di generi di prima necessità, a causa dell’emergenza derivante dall’epidemia COVID-19 e
dalle sue conseguenze economico-sociali;
VISTA la Delibera di G.C. n. 75 del 4.11.21 dichiarata immediatamente eseguibile attesa l’urgenza
                                                                                    ADOTTA
il presente Avviso Pubblico per la individuazione dei nuclei familiari in condizione di particolare disagio, derivante
dall'emergenza epidemiologica, per l'assegnazione di buoni da spendere sul territorio di Ischia per l'acquisto di generi
alimentari e di prima necessità.
1. SOGGETTI BENEFICIARI
Possono beneficiare dei buoni spesa per l'acquisto di prodotti alimentari e di prima necessità (ad eccezione di bevande
alcooliche e superalcoliche ) i nuclei familiari residenti nel Comune di Ischia che si trovino attualmente in stato di
disagio socio-economico determinato dall'emergenza epidemiologica, temporaneamente impossibilitati a soddisfare
le esigenze primarie di vita, in seguito alle restrizioni imposte dall'emergenza sanitaria in corso.
2. REQUISITI PER L'ACCESSO
I requisiti di accesso per l'ottenimento dei buoni spesa sono i seguenti:
a) Residenza nel Comune di Ischia;
b) Non avere alcuna forma di reddito alla data della richiesta di accesso al sostentamento
alimentare, fatta eccezione per il reddito derivante dal possesso di unica abitazione principale sita in Ischia e ove si dimori stabilmente;
c) Non essere beneficiari di altre forme di sostegno al reddito e alla povertà erogati dalloStato;
d) Non possedere disponibilità finanziarie complessive del nucleo familiare (conto corrente
bancario/postale etc; nonché qualsiasi tipologia di investimento bancario, postale
immediatamente smobilizzabile) di valore superiore a€ 3.000,00.
Eventuali risorse residue potranno essere erogate in via subordinata anche ai cittadini che in qualche
modo usufruiscono già di misure di sostegno che vanno dal Reddito di cittadinanza, al Rei, alle
indennità di invalidità e di accompagnamento e ad altre forme di sostegno pubblico.
3. MODALITA' DIPARTECIPAZIONE
Le domande devono essere presentate entro il 9.12.2021 all'indirizzo protocollo@pec.comuneischia.it e mediante
consegna a mano presso Ufficio Protocollo utilizzando l'apposito modulo debitamente compilato e sottoscritto e
allegando la copia (non foto) fronte retro di un documento di riconoscimento valido, tessera sanitaria del richiedente e
ogni altro documento ritenuto utile per la valutazione della domanda.
4. ISTRUTTORIA DELLE DOMANDE
In relazione alle risorse assegnate al Comune di Ischia devono essere individuati i nuclei familiari
cui saranno assegnati buoni una tantum, di diverso valore nominale, per un controvalore massimo
complessivo di € 600,00, fino a concorrenza del finanziamento. L'urgenza di provvedere consente di
procedere in base alle sole dichiarazioni rese ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, che verranno controllate a
campione dalla Guardia di Finanza.
segue:
Il controvalore dei buoni verrà determinato, a seconda dei componenti del nucleo familiare, come
1. nucleo composto da una sola persona: buono spesa di € 200,00;
2. nucleo composto da due persone: buono spesa di€ 300,00, oltre€ 50, in presenza di un minore;
3. nucleo composto da tre/quattro persone: buono spesa di€ 400,00, oltre€ 50, in presenza di un
minore, ovvero oltre € 100,00 in presenza di due o più minori;
4. nucleo composto da cinque o più persone: buono spesa di € 500,00, oltre€ 50, in presenza di un
minore, ovvero oltre€ 100,00 in presenza di due o più minori;
N.B. Nel caso in cui le istanze presentante superassero la disponibilità della somma assegnata al Comune di Ischia
per la finalità di cui all'Ordinanza P.C. 658/2020, i buoni spesa potranno essere ridotti proporzionalmente per
assicurarne il riconoscimento agli aventi diritto.
4. SPESA DEI BUONI
I buoni possono essere spesi entro il 31.01.22 esclusivamente per l'acquisto dei prodotti alimentari e di
prima necessità presso gli esercizi commerciali ubicati sul territorio di Ischia di cui all'elenco predisposto
dall'Ente e pubblicato sul sito istituzionale. Non è consentita la restituzione, neanche parziale, del
controvalore in moneta del buono. I buoni saranno nominativamente intestati al richiedente. I buoni non
sono spendibili per l'acquisto di bevande alcoliche e superalcoliche.
5. VERIFICHE
Le verifiche in relazione a tutte le circostanze dichiarate dal richiedente, anche successive alla fruizione del
beneficio, avverranno d'ufficio. Le dichiarazioni mendaci comportano l'obbligo di restituzione del beneficio e la
denuncia alla competente autorità giudiziaria. Gli esercenti che accettino i buoni per acquisti diversi dai prodotti
alimentari e dai beni di prima necessità, che accettino buoni da soggetti diversi dall'intestatario, che restituiscano, anche
parzialmente, il controvalore in euro del buono, non avranno diritto al rimborso e saranno sanzionati come per legge.
· 6. ·RESPONSABILE DELPROCEDIMENTO
Il Responsabile del procedimento è il Responsabile dei Servizi Sociali. Ai sensi delle vigenti disposizioni
normative sullo stato di emergenza, il presente avviso ed il relativo procedimento ammm1strativo restano
disciplinati dai principi generali dell'ordinamento amministrativo, anche in deroga a puntuali norme del Codice dei
Contratti Pubblici.
Il presente avviso è pubblicato all'albo pretorio on line e sul sito internet del Comune è altresì trasmesso
all'Ufficio di Piano dell'Ambito Sociale.

avviso nuclei familiari
Allegato formato pdf
Scarica
Modulo istanza buono spesa novembre 2021
Allegato formato pdf
Scarica
manifestazione interesse operatori economici
Allegato formato pdf
Scarica